Your search results

Relazione tecnica: una garanzia in più per i consumatori

Posted by Santo Stefano on 29 Settembre 2017
| 0

Il 28 settembre 2017 l’Agenzia Immobiliare Santo Stefano ha preso parte al convegno organizzato da F.I.M.A.A. (Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari) presso Palazzo Segni Masetti, sede ASCOM, su un tema di importante attualità a Bologna e provincia: “Relazione tecnica sulla conformità catastale e corrispondenza urbanistica: una garanzia in più per i consumatori”.
Da settembre 2017, infatti, la parte venditrice di un immobile dovrà fornire un documento di conformità catastale ed urbanistica-edilizia (“Relazione Tecnica Integrata”) al preliminare e/o al rogito notarile, redatto e firmato da un professionista abilitato (geometra, architetto o ingegnere).
Tale disposizione, da tempo invocata dalla nostra Federazione, rappresenta un passo in avanti per garantire al mercato immobiliare trasparenza e sicurezza nelle compravendite, a garanzia delle parti in causa.
Relatori:
Roberto Maccaferri (Presidente F.I.M.A.A. Bologna)
Claudio Babbini (Presidente Consiglio Notarile Bologna)
Alberto Talamo (Presidente Comitato Unitario Professioni Emilia Romagna)
Andrea Tolomelli (Presidente ALAC e ASCOM CASA Bologna)

“Dopo anni di tentativi dettati dalla crescente necessità di avere maggiore chiarezza in materia di regolarità edilizia-urbanistica-catastale, la filiera professionale che si occupa delle compravendite immobiliari costituita da agenti immobiliari, professioni tecniche e notai ha raggiunto un accordo in merito alla necessaria opportunità di far precedere ogni accordo contrattuale dalla redazione di una relazione tecnica che dimostri la conformità dello stato di fatto con i titoli abilitativi ed i dati catastali.

Da settembre prende efficacia il Protocollo di Intesa sottoscritto tra notai, tecnici e rappresentati delle Associazioni delle Agenzie Immobiliari.

Obiettivo primario di questo Protocollo è quello di informare l’utente-consumatore già dalla fase pre-contrattuale, della necessaria opportunità di far predisporre da un tecnico abilitato una Dichiarazione che dimostri la conformità catastale, la regolarità edilizio-urbanistica e l’agibilità per tutti gli immobili oggetto di atti di cessione.” (cit. biglietto di invito al convegno)

(In allegato fotografico il PROTOCOLLO D’INTESA)

protocollo d intesa1protocollo d intesa2protocollo d intesa3protocollo d intesa4protocollo d intesa5protocollo d intesa6protocollo d intesa7protocollo d intesa8protocollo d intesa9protocollo d intesa10protocollo d intesa11protocollo d intesa12

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus