Your search results

Ristrutturare con agevolazioni fiscali

Posted by Santo Stefano on 25 Ottobre 2017
| 0

Secondo gli ultimi dati, il mercato immobiliare, mentre in Europa ha un andamento positivo e continua ad espandersi, in Italia soffre ancora e la crescita risulta essere minima, anche a causa di una pressione fiscale troppo elevata.

Rispetto agli anni passati, però, il 2017 rappresenta un anno di ripresa, seppur modesta, caratterizzato da un aumento di compravendite e da un calo (seppur blando) continuativo dei prezzi.
A trainare il mercato immobiliare italiano è principalmente il Nord Italia: si evidenziano incrementi significativi al Nord-Est, al Nord-Ovest e nelle città metropolitane; in particolare, vi è un interesse sempre più crescente per Milano, dove le vendite negli ultimi tempi sono aumentate del 22% e i prezzi sono saliti dell’1,4%.
Tale ripresa del mercato immobiliare avviene anche grazie all’erogazione di mutui da parte delle banche, i quali sono meno cari, ma la loro durata viene prolungata nel tempo.
Emerge, inoltre, come sempre più spesso le persone, intenzionate all’acquisto di immobili, facciano ricorso a prestiti ipotecari con sottoscrizione di un’ipoteca (immobile) a garanzia della restituzione del prestito stesso.

Oltre a ciò, le agevolazioni fiscali concorrono in egual misura alla ripresa del mercato immobiliare.

Agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie
La legge di bilancio 2017 ha stabilito che coloro i quali vogliono eseguire lavori di ristrutturazione su un proprio immobile possono beneficiare degli sgravi fiscali del 50% dall’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) su un importo massimo di 96.000 euro fino al 31 dicembre 2017. Mentre, a partire dal 1 gennaio 2018, la detrazione tornerà al 36% su un importo massimo di 48.000 euro.
È importante sottolineare come del beneficio si possano servire non solo i proprietari dell’unità abitativa, ma anche coloro i quali sono titolari di diritti reali/di godimento sull’immobile oggetto di ristrutturazione (affittuario, usufruttuario…).

Agevolazioni fiscali per il risparmio energetico (Ecobonus 2017)
La legge di bilancio 2017 ha stabilito che coloro i quali vogliono eseguire lavori di ristrutturazione volti al risparmio energetico possono beneficiare degli sgravi fiscali del 65% dall’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) o dall’Ires (Imposta sul reddito delle società) fino al 31 dicembre 2017. Mentre, a partire dal 1 gennaio 2018, la detrazione tornerà al 36%, come previsto anche per le ristrutturazioni edilizie.
Una novità, invece, riguarda gli interventi sui condomini: la legge di bilancio ha, infatti, prorogato fino al 31 dicembre 2021 la detrazione sui lavori condominiali fino ad un massimo del 75%.
Le agevolazioni fiscali vengono applicate su tutte le spese sostenute per i lavori volti ad aumentare l’efficienza energetica degli edifici immobiliari, come, ad esempio, l’installazione di pannelli solari o il miglioramento tecnico dell’edificio.

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus